Detour festival del cinema di viaggio – Viaggio in Italia

Viaggio in Italia è una sezione pensata per ospitare alcuni tra i film e gli autori più interessanti della nostra cinematografia e contemporaneamente offrire uno sguardo in movimento sull’Italia, di ieri e di oggi. A unire i film scelti, tematicamente distanti tra loro è la forma documentario che ad oggi rappresenta una delle istanze vitali del nostro cinema. A tenere a battesimo la sezione sarà l’omonimo film di Rossellini Viaggio in Italia nella versione restaurata dalla Cineteca di Bologna, dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, dal Coproduction Office e da Cinecittà Luce. Sul film di Rossellini, il regista francese Jacques Rivette nel 1955 ha scritto: “Mi sembra impossibile vedere Viaggio in Italia senza sentire con l’evidenza di una sferzata che questo film apre una breccia, e che il cinema intero deve attraversarla per non morire”. La pellicola verrà proiettata nellversione restaurata dalla Cineteca di Bologna. Gli altri film in programma sono: Summer 82 when Zappa came to Sicily (2013) di Salvo Cuccia, presentato in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia 2013, Il mio paese (2007) di Daniele Vicari, David di Donatello per il miglior documentario nel 2007 e due lavori di Costanza Quatriglio: Terramatta (2012)  e Con il fiato sospeso (2012).
Costanza Quatriglio e Salvo Cuccia saranno ospiti del festival.

Viaggio in Italia
(Journey to Italy)
di Roberto Rossellini

Una coppia di coniugi inglesi (George Sanders e Ingrid Bergman) durante un viaggio nel sud dell’Italia, ritrova una speranza di comunicazione e comprensione reciproca, per uscire dalla noia e dalla solitudine.

Il mio paese
(My Country)
di Daniele Vicari

Partendo dal reportage documentario L’italia non è un paese povero, realizzato da Jori Ivens nel 1959, Vicari compie oggi lo stesso viaggio, da Gela fino a Marghera, nell’Italia della crisi. Dal regista di Diaz e La nave dolce. David di Donatello per il miglior documentario nel 2007.

Summer 82 When Zappa Came to Sicily
di Salvo Cuccia

Due viaggi paralleli nell’estate del 1982: quello del grande Frank Zappa in Italia con un tour indimenticabile che si chiuderà con il concerto a Palermo, e quello del giovane regista Salvo Cuccia, all’epoca militare ad Aviano, che insieme al padre torna a Palermo per assistere al concerto del suo idolo.

Terramatta
di Costanza Quatriglio

Nato nel 1899, l’analfabeta siciliano Vincenzo Rabito racconta il Novecento attraverso migliaia di fitte pagine dattiloscritte raccolte in quaderni legati con la corda. Un viaggio nella storia del nostro paese. Nastro d’Argento per il miglior documentario nel 2012.

Con il fiato sospeso
di Costanza Quatriglio

Stella (Alba Rohrwacher) studia farmacia all’università. Durante la tesi si rende conto che nei laboratori di chimica qualcosa non va. L’ambiente è insalubre, e qualcuno comincia a star male. Ispirato ad una storia vera.

Leave a Reply